Ambulatorio Polispecialistico
Medico-Chirurgico Radiologia

Torna la Primavera e tornano le allergie respiratorie

Benvenuta Primavera: torna la natura in fiore e per alcuni tornano anche le allergie stagionali, un effetto collaterale della Primavera che per i soggetti allergici comporta un grande fastidio con ricadute su tutti gli aspetti della vita quotidiana. Per capire come stare meglio e quali soluzioni adottare può essere d’aiuto una visita allergologica. Un medico saprà valutare tutti gli aspetti delle problematiche allergiche che affliggono ogni anno una grande fetta di popolazione. 

Cosa intendiamo per allergia?

Si può rispondere che per allergia si intende una reazione alterata, ciò che provoca l’immediata risposta allarmata del nostro sistema immunitario. In Primavera la fioritura di piante e alberi porta alla dispersione nell’aria di numerosissimi pollini e spore, che in questo caso chiamiamo allergeni. 

Va da sé che le allergie respiratorie sono causate dall’esposizione ad un allergene che nei soggetti sensibili scatena una immediata e pronta risposta del sistema immunitario. Si ha così la tipica sintomatologia: naso gocciolante, occhi che lacrimano e nei casi più gravi, anche asma. 


Principali allergeni responsabili delle crisi allergiche
 

Le sostanze che provocano le temute crisi allergiche sono chiamate allergeni. Proprio l’esposizione agli allergeni provoca la reazione di difesa del nostro organismo che per difendersi dall’attacco, manda una serie di segnali. Tra i più comuni, nonché più diffusi allergeni, troviamo: 

Pollini: tra i grandi nemici stagionali si segnalano graminacee, parietaria, betulla ma anche cipresso, mimosa, ulivo e quercia. Tutti allergeni presenti in ambiente esterno. 

Acari della polvere, peli di animali domestici, muffe sono causa di allergie respiratorie perlopiù croniche, che interessano tutto l’anno. In questo caso gli allergeni sono riconducibili agli ambienti domestici. 


Sintomi allergici più diffusi
 

L’allergia al polline si manifesta con un corredo di sintomi molto fastidiosi, principalmente a carico di naso e occhi.  

Rinite allergica stagionale. La forma più caratteristica e più diffusa. È un’infiammazione della mucosa nasale che si manifesta con naso gocciolante, starnuti, prurito e ostruzione nasale. 

Congiuntivite allergica. Tipicamente si manifesta con naso chiuso, prurito agli occhi, gonfiore e arrossamento della congiuntiva, lacrimazione. 


Quanto può durare l’allergia?
 

Puntualizziamo che l’allergia dura nel tempo finché permane l’esposizione all’allergene che ha messo in moto la risposta del sistema immunitario. Possiamo comunque distinguere tra:

Allergia intermittente: i sintomi si verificano per meno di quattro giorni in una settimana o per meno di quattro settimane in un anno. 

Allergia persistente: qui i sintomi compaiono per più di quattro giorni in una settimana o per più di un mese in un anno. 

 

Terapie farmacologiche di salvataggio 

Per contrastare le allergie stagionali e alleviare i “sintomi primaverili” si può ricorrere a: 

. Antistaminici orali 

Antistaminici per zone specifiche come spray nasali e colliri 

Steroidi nasali 

. Decongestionanti nasali e oculari 

 

Come scoprire se si è allergici? 

Per scoprire se la propria sintomatologia riporta a un’allergia stagionale è utile rivolgersi a un allergologo

In primo luogo il medico incaricato effettua un’anamnesi, ovvero svolge una breve intervista al paziente per rendersi conto del quadro clinico generale. Se è utile, invita il paziente a fare i test specifici. 

Prick testSi tratta del test più semplice, consiste nel depositare sull’avambraccio del paziente una piccola goccia di ogni allergene presente nell’area geografica in cui si risiede. In circa un quarto d’ora di attesa, si ottiene risposta e se la reazione è di tipo allergico compare un pomfo. 

Prelievo di sangue. Come secondo livello di indagine è possibile effettuare un prelievo di sangue ricercando gli anticorpi IgE, vale a dire gli anticorpi sviluppati dal sistema immunitario contro gli allergeni. 

Per informazioni aggiuntive e per saperne di più sulle soluzioni adatte al tuo caso, chiama il centro MagMedica. Le nostre segretarie sono a disposizione per fissare un appuntamento con uno dei nostri medici specialisti allergologi. 

 

 

 

MagMedica

MagMedica

Ambulatorio Polispecialistico
Medico-Chirurgico Radiologia

Richiedi informazioni

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email