Ambulatorio Polispecialistico
Medico-Chirurgico Radiologia

La mappatura dei nei: cos’è e perché farla

La mappatura dei nei è tra le visite mediche più richieste in questo periodo. Si tratta di un esame dermatologico indolore molto importante, perché permette di controllare la superficie cutanea nella sua interezza. In particolare, si monitorano eventuali neoformazioni neviche, dalle caratteristiche insolite o che possano in qualche modo destare preoccupazione.

Se avete molti nei e la pelle chiara, prima dell’esposizione al sole nei mesi estivi sarebbe opportuno prenotare una visita dermatologica. In questo modo potrete tenere sotto controllo la vostra cute e la forma dei vostri nei.

Perché fare la mappatura dei nei

Sottoporsi periodicamente a una mappatura dei nei è fondamentale per capire se uno o più nei cambiano aspetto nel tempo e possano costituire un problema per la salute. Si tratta, infatti, di uno strumento di prevenzione ormai acquisito che consente al medico di valutare tempestivamente la possibilità di asportare quei nei potenzialmente pericolosi, perché potrebbero degenerare in melanoma.

In particolare, è consigliato eseguire uno screening quando si nota la comparsa di nuovi nei o si ha il dubbio sulla loro forma e aspetto. Inoltre, è fondamentale prevedere esami periodici se in famiglia ci sono stati casi di melanoma. Solo in questo modo si riuscirà a tenere sotto controllo le caratteristiche dei nei, le loro alterazioni (che potrebbero anche essere di natura benigna), ma soprattutto la presenza di nei atipici o maligni.

Da queste considerazioni emerge dunque quanto la mappatura sia importante per diagnosticare un tumore. Il melanoma, infatti, rappresenta la forma di cancro alla pelle più pericoloso, perché conduce alla diffusione precoce di metastasi. Se diagnosticato precocemente, invece, nella maggior parte dei casi ha un decorso favorevole.

Quando fare la mappatura dei nei

Come abbiamo già accennato, uno screening periodico dei nei è sempre consigliato. Tuttavia, è importante fare riferimento a importanti campanelli d’allarme. Il fattore a cui bisogna prestare particolare attenzione, come detto, è principalmente il cambiamento di aspetto di un neo preesistente. In questo caso, si sfrutta la cosiddetta regola dell’ABCDE, ovvero la considerazione dei seguenti elementi che caratterizzano uno o più nei sospetti:

  1. Asimmetria nella forma
  2. Bordi irregolari
  3. Colore variabile
  4. Dimensioni in aumento
  5. Evoluzione rapida

Come avviene la mappatura dei nei

La mappatura dei si serve di strumenti ottici di precisione per analizzare la struttura morfologica esterna dei nei (acquisizione di immagini macroscopiche), ma anche di quella interna (immagini dermoscopiche), ovvero dello strato posto al di sotto dell’epidermide, quella parte, cioè, più superficiale della cute, dove si trovano vasi sanguigni, ghiandole e fibre.

La dermatoscopia (o dermoscopia) si rivela particolarmente preziosa, perché permette di acquisire informazioni molto più accurate di una tradizionale visita che preveda un’osservazione a occhio nudo. Grazie all’uso di programmi sofisticati, il medico può acquisire immagini paragonabili a quelle di una biopsia digitale, archiviandole per confrontarle a distanza di tempo, in modo da verificare eventuali cambiamenti sospetti. Tuttavia, il dermatologo potrà considerare già dalla prima seduta se alcuni nei presentano anomalie e dunque valutare una biopsia e la loro asportazione.

Il paziente si spoglia e si sdraia sul lettino per essere visitato dal medico prima a occhio nudo, con lo scopo di individuare i nei sospetti, e successivamente attraverso l’uso del dermatoscopio.

Non è necessario prepararsi preventivamente alla mappatura dei nei. Tuttavia, è solitamente consigliato eliminare quei fattori che possano rendere difficile la lettura della pelle, come l’abbronzatura, il trucco, lo smalto colorato sulle unghie, barba e baffi. Inoltre, è importante segnalare al medico la presenza di nevi sui genitali e, lo ricordiamo, se vi sono stati casi di melanoma in famiglia.

Questo è il periodo giusto per sottoporsi a un controllo preventivo dei nei, soprattutto se avete la pelle chiara, se siete predisposti geneticamente, o se, per abitudine o per lavoro, state tante ore al sole.

Per qualsiasi informazione sulla mappatura dei nei e per prenotare una visita dermatologica non esitate a contattare la segreteria di MagMedica. I nostri operatori sapranno illustrarvi tutte le procedure di cui avete bisogno!

MagMedica

MagMedica

Ambulatorio Polispecialistico
Medico-Chirurgico Radiologia

Richiedi informazioni

Condividi l’articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email